La sfida che la LIM pone alla scuola portare le ICT fuori dall’aulaspeciale trasformandole in risorse “normali” che, come il libro di testo o la cartina geografica, possano essere integrate nella didattica in classe.

La LIM, in questa prospettiva di innovazione, è una condizione di innesco, uno degli strumenti che possono contribuire a ridisegnare l’aula come spazio di apprendimento. E certamente è necessario “saperla usare”, affinché l’innesco possa avvenire. Ma conoscere la tecnologia è una condizione sufficiente per finalizzare l’uso dello strumento all’innovazione delle pratiche di insegnamento e ai bisogni degli studenti che apprendono? (Saper usare” la LIM. Aspettative e bisogni dei docenti in formazione – di Tania Iommi e Laura Parigi)

Piano di formazione nazionale Lavagne Interattive Multimediali (LIM)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...