IPOVISIONE

L’ipovisione è una condizione di acutezza visiva molto limitata che ha notevoli conseguenze sulla vita quotidiana. Può essere causata da vari fattori (siano essi congeniti o acquisiti). La vista si può ridurre fortemente in seguito a patologie che possono colpire diverse strutture oculari, che vanno dalla cornea alla retina, fino al nervo ottico.

L’ipovisione può essere associata a malattie che provocano una riduzione del campo visivo. Ad esempio, nel caso del glaucoma avanzato, che danneggia il nervo ottico, è come se si guardasse attraverso un tubo; oppure si può essere colpiti da patologie della macula, la zona centrale della retina (la più comune è la degenerazione maculare senile, che provoca la perdita della visione centrale). L’ipovisione grave può degenerare in cecità, che può essere parziale o totale.

L’ipovisione è una condizione di perdita più o meno grave della capacità visiva, bilaterale ed irreversibile, che genera disabilità.Ipovisione e riabilitazione visiva
L’ipovisione centrale è legata a un danno a carico della parte centrale dellaretina (macula), che è deputata alla visione distinta, e si instaura quando il residuo visivo è pari o inferiore a 3/10.
Si parla di ipovisione periferica (legata ad una perdita del campo visivo) quando il residuo perimetrico bilaterale è uguale od inferiore al 60%. Malattie come la retinite pigmentosa ed il glaucoma danneggiano in maniera elettiva la visione periferica: in questi casi si verifica un restringimento progressivo del campo visivo, che può condurre alla condizione finale di visione tubulare (si vede “come attraverso il buco di una serratura”). Il paziente, pur conservando una buona visione centrale, è incapace di muoversi autonomamente nello spazio.
L’ipovisione centrale è da considerarsi: a) lieve, quando il residuo visivo è compreso tra i 3/10 ed i 2/10; b) modesta, quando è compreso tra i 2/10 e 1/10; c) grave, quando è compreso tra 1/10 e 1/20. Si parla di cecità centrale relativa o parziale per visus compresi tra 1/20 e la conta dita, mentre si ha cecità centrale assoluta o totale in caso di capacità funzionali centrali completamente assenti o ridotte alla percezione del movimento della mano o della luce.
 
L’ipovisione periferica viene classificata sulla base del residuo perimetrico percentuale, distinguendola in lieve (residuo compreso tra il 59% ed il 50%), moderata (residuo perimetrico compreso tra il 49% ed il 30%) e grave (residuo perimetrico compreso tra il 29% ed il 10%). Inoltre, si possono avere la cecità periferica relativa (residuo perimetrico compreso tra il 9% ed il 3%) e la cecità periferica assoluta (residuo perimetrico inferiore al 3%).
È opportuno distinguere le condizioni patologiche che causano un’ipovisione centrale da quelle responsabili di un’ipovisione periferica, come pure le forme che colpiscono gli adulti da quelle tipiche dell’età infantile.
Nei Paesi occidentali le principali cause di ipovisione nell’adulto sono rappresentate da degenerazione maculare legata all’età (AMD), miopia patologica, retinopatia diabetica, malattie ereditarie (malattia di StargardtBest, ecc.), glaucoma eretinopatia pigmentosa. Nei bambini le patologie congenite della retina costituiscono, assieme a quelle a carico del nervo ottico, il 45% dei casi di cecità al di sotto dei 6 anni.
Dal punto di vista legislativo l’impegno della Sezione Italiana della IAPB (Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità) dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) e del Gruppo Italiano per lo Studio dell’Ipovisione (G.I.S.I.) hanno portato all’approvazione della Legge 284/1997 (che ha riconosciuto l’esistenza dell’ipovisione), oltre alla promulgazione della Legge 138/2001 nella quale, per la prima volta, è stata riconosciuta legalmente l’ipovisione periferica.

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...