Il P.E.I. si fonda sul principio che ogni  persona ha un potenziale di  apprendimento che può svilupparsi grazie  ad adeguate mediazioni, perciò sono  necessarie opportune scelte  metodologiche operative e valutative al  fine di favorire lo sviluppo delle potenzialità della persona anche attraverso  l’individualizzazione di quei fattori  ambientali che secondo ICF, grazie alla loro  funzione di facilitatori possono migliorare  la partecipazione della persona stessa,  riducendone la disabilità.

Allo stesso modo diventa importante il  riconoscimento dei fattori ambientali  che fungono da barriera, limitando la  partecipazione del soggetto al fine di  promuoverne l’eliminazione Il PEI proprio per la sua funzione ha un carattere dinamico e può essere oggetto di modifiche in ogni momento del percorso in relazione alle verifiche che vengono effettuate.Il PEI definisce le soluzioni operative più
idonee per favorire il massimo raggiungimento degli obiettivi indicati nel PDF in base alle possibilità di sviluppo definite dalle capacità e risorse individuali e in base all’individuazione di eventuali facilitatori ambientali.

Il PEI è prodotto multidisciplinare.  In sede di incontro collegiale, l’equipe multidisciplinare decide attività, metodologie, facilitatori, tempi di realizzazione, persone, momenti e strumenti di verifica, risultati attesi per raggiungere gli oiettivi prioritari di sviluppo, così come individuati nel PDF, nei diversi contesti di vita della persona con disabilità: la scuola, la famiglia, l’ambiente extrascolastico, l’ambito sanitario riabilitativo, al fine di guardare la persona nel suo progetto di vita, rispettandone i bisogni reali per raggiungere il maggior benessere possibile.PEI e PDF secondo ICF 

Secondo questo nuovo modello il PEI prevede di completare una “scheda di pianificazione” per ciascuna delle sette aree del PDF in cui siano stati idenificati specifici obiettivi di sviluppo. Questa progettazione comprende l’organizzazione delle attività scolastiche con il coinvolgimento anche di tutte le figure di supporto di cui l’alunno necessita, l’organizzazione di tutte le attività terapeutico-riabilitative (tipologia e frequenza) e di quelle extrascolastiche.

Continua – ICF – PEI)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...