Il progetto “PerContare” intende costruire e mettere a disposizione di insegnanti e scuole, strumenti e metodologie che consentano di affrontare le problematiche inerenti alla Discalculia Evolutiva (D.E.) utilizzando sia le potenzialità dell’informatica, sia materiali non digitali di supporto alla didattica.

bannerL

I numeri all’inizio della scuola elementare

Parole e concetti chiave: discalculia evolutiva, buona didattica, prevenzione del rischio di discalculia dalla prima classe della scuola primaria, screening e potenziamento individuale con uso di tecnologie informatiche, formazione docenti, scuole

Il progetto fornisce un aiuto concreto ai bisogni urgenti dei bambini in età scolare con problemi di Discalculia Evolutiva[1], alle loro famiglie e agli insegnanti.

  • Contesto

Nella scuola primaria i bambini che presentano problemi di discalculia sono circa il 4% della popolazione scolastica. Diversi autori (es. Butterworth, Dehaene) sostengono l’opportunità di avviare diagnosi precoci per individuare bambini a rischio anche in prima e seconda elementare. E’ chiaro quindi che, per evitare “falsi positivi” è necessario che l’insegnante sia certo di avere offerto a tutti i bambini strumenti adeguati per la costruzione delle competenze numeriche. Potrebbe infatti accadere che l’insufficiente padronanza delle operazioni di calcolo e del processamento numerico dipenda anche da una didattica non attenta agli aspetti semantici, lessicali, sintattici e procedurali dell’aritmetica.

  • Descrizione

Per dare una risposta alle esigenze sempre più emergenti su questo tema, Il progetto “PerContare” intende costruire e mettere a disposizione di insegnanti e scuole, strumenti e metodologie che consentano di affrontare le problematiche inerenti alla Discalculia Evolutiva (D.E.) utilizzando sia le potenzialità dell’informatica, sia materiali non digitali di supporto alla didattica.

A partire da attività di formazione (con modalità laboratoriale) sulla “buona didattica”, si intende operare sulle classi (dalla prima alla terza elementare) per l’individuazione precoce delle difficoltà individuali per intervenire tempestivamente, dalla prima elementare, con attività di potenziamento delle abilità numeriche.

  • Obiettivi

– Fornire ai docenti indicazioni specifiche per una “buona didattica” della matematica.

– Offrire a tutti i bambini strumenti adeguati per la costruzione delle competenze numeriche.

– Favorire l’individuazione tempestiva  degli alunni con difficoltà nei confronti dei concetti aritmetici.

– Attivare percorsi di autopotenziamento individualizzati basati su software adattivi.

– Ridurre il numero di invii alle strutture sanitarie di bambini per l’individuazione di difficoltà.

  • Durata progetto

Si prevede la realizzazione dell’intero progetto in tre anni scolastici distribuiti su 4 anni solari (2011 – 2014).

  • Materiale informativo scaricabile

– Scarica il cartellone del progetto ( scarica )

– Presentazione progetto in formato PDF ( scarica)

– Presentazione progetto in formato Power Point ( scarica )

– Presentazione progetto a rappresentanti AID e Provincia Trento  PerContare

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...