Addio professore Walter Fornasa !

Pubblicato: 18 novembre 2013 in NEWS
Tag:, , ,

Addio professore. Walter Fornasa, se n’è andato a 62 anni dopo una lunga malattia.Prorettore delegato per la Responsabilità sociale dell’Università, Professore ordinario di Psicologia dellʼeducazione e dello sviluppo, di Psicologia dellʼAmbiente, Psicologia dellʼEducazione, Psicopedagogia dellʼOrientamento e Ecologia dello Sviluppo allʼUniversità di Bergamo e docente di quest’ultimo anche presso la Facoltà di Psicologia dellʼUniversità di Parma. Dal 2003 era stato nominato delegato di Ateneo per lʼOrientamento e delegato della Facoltà di Scienze della Formazione per la Disabilità.Era direttore della Rivista semestrale “Culture della sostenibilità”, ed. F. Angeli; presiedeva il comitato scientifico dellʼAssociazione OPPI (MI); faceva parte del Comitato scientifico della rivista online “Milieu. Rivista di culture dellʼinclusione”, ed era un membro del Comitato Scientifico American Journal of Mental Retardation, Ed. Italiana.

A chi da poco, come me, lo aveva da poco conosciuto il prof. Fornasa era soprattutto una persona ricca, appassionato per la vicenda umana con i suoi desideri e le sue fragilità.

Al termine del suo ultimo intervento, tre settimane or sono al master sui DSA e BES, era venuto spontaneo a tutti noi un lungo e caldo applauso, riconoscente, affettuoso.

Aveva, visibilmente provato dalla malattia, ancora una volta testimoniato il suo amore per il cuore della vita.

Lo saluto con riconoscente con un suo breve passaggio:

Per fare le cose bisogna sapere di più di quello che serve per farle. Io non sono così entusiasta quando gli insegnanti chiedono semplicemente ai tecnici come si fanno le cose. Se gli insegnanti rimangono agganciati al chiedere come si fanno le cose diventeranno dei perfetti esecutori. E non degli attori protagonisti del processo perché questo compete esserlo avendo un po’ di saperi o di cultura, non è solo la pratica quello che consente di intervenire. […] Con cosa osservi con un metodo o una chiave interpretativa, che ti permette quella di mettere in gioco nuove azioni per poi tornare sui saperi, modificare e ripartire. E’ molto chiedere come si fa, il problema è perché lo fai. […] Non bastano insegnati intenzionali, l’intenzionalità ha fatto un sacco di danni se non è accompagnata da consapevolezza.” (da: BES convegno 25 marzo 2013 intervento Walter Fornasa)

Grazie, Biagio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...